Entra nel sito ufficiale Derthona Basket

 

La Bertram gioca una gara solida, Milano la vince nell’ultimo quarto

La Bertram gioca una gara solida, Milano la vince nell’ultimo quarto

AX Armani Exchange Milano-Bertram Derthona 72-60

 

(4-19, 32-31, 51-47)

Tabellini:

Milano: Kell 2, Melli 10, Grant 13, Rodriguez 11, Leoni ne, Ricci, Biligha, Hall 14, Baldasso ne, Alviti, Hines 4, Bentil 18. All. Messina

Derthona: Mortellaro, Wright 16, Rota ne, Bellinaso ne, Tavernelli, Filloy 5, Mascolo 1, Severini 3, Sanders 1, Daum 8, Cain 10, Macura 16. All. Ramondino

 

Oltre trenta minuti alla pari con una delle migliori squadre d’Europa per la Bertram Derthona, che esce sconfitta dal Forum di Assago – in una storica prima volta – solo nelle battute finali della gara. A fare la differenza in favore dell’AX Armani Exchange gli extra possessi conquistati soprattutto nel secondo tempo. Per la Bertram un test di alto livello, da cui la squadra può trarre buone indicazioni in vista del prosieguo del campionato.

 

Primi minuti di gara di grande personalità per la Bertram Derthona al Forum: con una difesa di alto livello e buona fluidità offensiva la formazione allenata da coach Ramondino raggiunge subito la doppia cifra di margine e la mantiene per tutto il quarto: al 10’ il parziale è 4-19. Nel secondo periodo arriva la reazione di Milano, che alza il livello del proprio gioco su entrambe le metà campo e riesce prima ad accorciare il gap e poi a operare il sorpasso proprio allo scadere del primo tempo grazie alla tripla di Hall. All’intervallo il punteggio è 32-31.

 

Al rientro dagli spogliatoi le iniziative di Macura e Daum spingono il Derthona, prima del contro break dell’Olimpia realizzato grazie ai canestri realizzati da dentro l’area e rimbalzi offensivi che garantiscono extra possessi. Nei minuti conclusivi della frazione la Bertram rimane a contatto, chiudendo il terzo quarto in svantaggio 51-47. Nell’ultimo periodo Milano prova a dare la spallata decisiva all’incontro, trovando canestri anche allo scadere dei 24 secondi che dilatano il gap, che tocca la doppia cifra (65-55) a 3 minuti dal termine dopo la tripla di Grant. La squadra allenata da coach Ramondino prova a tornare a contatto, ma la tripla di Rodriguez a 90 secondi dal termine chiude la contesa: l’Olimpia si impone 72-60.

Così coach Marco Ramondino al termine della gara: ʺComplimenti a Milano per la vittoria, meritata. La loro difesa ci ha pian piano tolto ossigeno e noi abbiamo fatto fatica a muovere la palla come facciamo di solito. I nostri giocatori hanno provato a eseguire le nostre situazioni di gioco, ma nel corso della gara l’incapacità di giocare contro la loro difesa molto fisica e preparata ci ha portato a non avere energie fisiche e mentali per finire i possessi difensivi e concedere tanti rimbalzi d’attacco che hanno fatto la differenza. In attacco abbiamo cercato dei vantaggi, costruendo situazioni dinamiche: la difesa di Milano ci ha distrutto molto di quanto volevamo fare. Quando si gioca contro squadre di questo livello dobbiamo essere noi ad adeguarci e non sperare che il loro livello si abbassiʺ.

 

| Official Store

| Biglietteria

| Diventa Sponsor

Phone_Footer

| Official App

Bertram Derthona sempre con te!

suscipit risus. libero porta. luctus tristique