Il Bertram paga un brutto terzo quarto e cade a Latina

Il Bertram paga un brutto terzo quarto e cade a Latina

Benacquista Assicurazioni Latina-Bertram Derthona 95-85
(17-23, 43-42, 76-55)
Tabellini:
Latina: Lawrence 18, Carlson 18, Hajrovic ne, Tavernelli 11, Cassese 5, Fabi 13, Baldassarre 13, Allodi 11, Jovovic, Ambrosin ne, Cavallo ne, Di Bonaventura 6. All. Gramenzi
Derthona: Knowles 26, Tuoyo 10, Alibegovic 12, Ganeto, Blizzard 10, Buffo ne, Garri 13, Lusvarghi, Gergati 8, Spizzichini 6. All. Pansa

Terza sconfitta in campionato per il Bertram che, ancora privo di Ndoja, gioca un tempo alla pari con Latina prima di subire un parziale di 33-13 nel terzo quarto che indirizza la sfida verso la formazione di coach Gramenzi. Alla squadra di coach Pansa non basta la reazione dell’ultimo quarto per conquistare il successo. Avvio di gara che scorre sul filo dell’equilibrio tra le due squadre: è poi il Bertram – grazie ai canestri di Garri – a produrre il primo break dell’incontro (19-12 al 9’); al primo intervallo i bianconeri conducono per 23-17. Anche nella seconda frazione la formazione di coach Pansa trova buone soluzioni offensive e continuità nel tiro da tre punti, ma Latina reagisce affidandosi anch’essa al tiro da fuori; è poi un canestro in contropiede di Carlson a dare il sorpasso per i padroni di casa (34-33 al 16’). Dopo i canestri di Knowles, è una tripla di Lawrence a chiudere il primo tempo, con i padroni di casa in vantaggio per 43-42. Al rientro dagli spogliatoi partenza sprint di Latina, che trova grande continuità offensiva e produce un parziale di 17-4 che costringe il Bertram a interrompere il gioco sul 60-46 del 24’. Nonostante la reazione dei bianconeri, i padroni di casa allungano ancora nel punteggio chiudendo la terza frazione in vantaggio per 76-55. In avvio di ultimo quarto il Derthona trova una serie di canestri da tre punti che diminuiscono il divario nel punteggio, ma Latina controlla poi i tentativi di rimonta avversari conquistando il successo per 95-85.

Così coach Pansa al termine della gara: ʺBisogna fare i complimenti a Latina che ha mantenuto l’inerzia per la maggior parte della gara e ha prodotto il break decisivo all’inizio del terzo quarto. Siamo riusciti poche volte a interrompere il loro flusso offensivo; in attacco abbiamo fatto buone cose nel corso del primo tempo. Difensivamente abbiamo difficoltà a sostenere l’assetto con due lunghi di taglia, ma purtroppo siamo in una condizione fisica per cui lo dobbiamo schierare a un certo punto della gara: quando poi la partita è scappata abbiamo giocato con Alibegovic da quattro tattico per aprire il campo, cercando di metterla sul piano del combattimento ma Latina, pur accusando il colpo, non ha mai perso l’inerzia della gara. Sono dispiaciuto perché la mia squadra ha lavorato con enorme desiderio ma nel momento duro non è riuscita a compattarsi. Mi dispiace e mi assumo la responsabilità di questo, mentre altri devono prendersi la responsabilità per non avere lottato come ha fatto Latina. C’è grande differenza tra quanto visto in settimana e stasera, è inutile parlare delle assenze perché il discorso è più generale. Lo scorso anno qui, senza Gergati, avevamo giocato una grandissima partita in sei giocatori e mezzo, ma quegli atleti avevano un desiderio che dal 18 agosto a oggi ho visto poco. La difesa è fatta di dettagli, tattiche e regole, poi serve voglia di buttarsi per terra, giocare sopra gli infortuni, fare un passo in più. Su questi aspetti, evidentemente, non siamo pronti: mi dispiace che non tutti lavorano con lo stesso desiderio e non sono focalizzati sull’obiettivo comune. Oggi dovevamo essere migliori di ieri, invece abbiamo pensato di fare un tiro anziché uno scivolamento in più quando Latina ha alzato l’intensità. In questo momento non siamo in fiducia, perché una squadra in fiducia azzanna le gare nei momenti chiave. Ognuno deve prendersi le proprie responsabilità: l’allenatore è responsabile sia quando le cose funzionano sia quando non vanno. Allo stesso modo c’è chi prende maggiori responsabilità nelle vittorie e in questo momento in cui le cose non vanno deve assumersi più responsabilità: lavorerò affinché questo accada. Al momento le responsabilità le prendo ioʺ.

 

Sponsor & Partners

Bertram - main sponsor - Derthona Basket

Orsi - jersey sponsor - Derthona BasketGruppo Filippetti - jersey sponsor - Derthona BasketCantine Volpi - jersey sponsor - Derthona BasketPCA, gold partner - Derthona BasketCodelfa, gold partner - Derthona BasketRoquette - jersey sponsor - Derthona BasketAssicurazioni Picchi - premium partner - Derthona Basket