Universiade, l’Italia chiude al 12° posto: le parole di Bruno Mascolo

Universiade, l’Italia chiude al 12° posto: le parole di Bruno Mascolo

ʺPrendere parte all’Universiade è stata un’esperienza fantastica. La cerimonia inaugurale è un momento indimenticabile: ho ancora i brividi per essere entrato nel San Paolo pieno indossando la maglia della Nazionale. Nel corso dell’evento non abbiamo raggiunto i risultati che avremmo sperato di ottenere, ma questa rimane una manifestazione che porterò sempre nel cuore e custodirò tra i ricordi belliʺ. Con la voce ancora emozionata, il neo giocatore della Bertram Derthona Bruno Mascolo ha voluto raccontare le sue sensazioni al termine del torneo di pallacanestro della XXX Universiade estiva, concluso dall’Italia nella mattinata di ieri con la gara contro la Repubblica Ceca, finale valevole per l’11° e il 12° posto.

ʺIn giro si respira un’atmosfera incredibile – prosegue il playmaker della Bertram – tipica di un evento come l’Olimpiade. Essere insieme ad altri 8 mila atleti nella cerimonia di apertura è stato bellissimo. Mi sono goduto tutti gli attimi di quel momento, quando siamo entrati tutto il San Paolo si è alzato in piedi per incitarciʺ.

Mascolo è poi passato a descrivere la struttura del Villaggio Olimpico, che ha visto gli atleti dislocati sulle navi da crociera, ad eccezione ʺdei giocatori di pallacanestro e di pallavolo che, essendo troppo alti per potere vivere nelle cuccette delle navi, hanno vissuto in alberghi a Caserta e a Salerno nel corso di questo eventoʺ.

Per quanto riguarda il torneo, nella seconda fase l’Italia ha partecipato alle gare per i piazzamenti dal 9° al 16° posto. Nel primo incontro gli Azzurri hanno battuto la Cina per 95-83: in questa occasione il playmaker della Bertram non ha realizzato alcun punto. Nella gara contro la Croazia – valida come semifinale 9°-12° posto – la formazione allenata da Andrea Paccariè è stata sconfitta per 70-77: partito in quintetto, Mascolo ha chiuso con 6 punti, 6 rimbalzi e 5 assist. Nella partita giocata giovedì 11 luglio, che ha chiuso il torneo degli Azzurri, la Repubblica Ceca ha avuto la meglio per 67-89: L’Italia ha così chiuso l’Universiade al 12° posto finale. Il neo giocatore bianconero è sceso in campo solo per pochi minuti e ha terminato la partita senza punti a referto.

 

Orsi

Assicurazioni Picchi

PCA

leo quis, suscipit lectus sit libero