Inizio dei playoffs col botto: il Derthona è l’unico a vincere in casa!

Gioria sottomano - Derthona Basket

Inizio dei playoffs col botto: il Derthona è l’unico a vincere in casa!


O.R.S.I. DERTHONA – EXPO INOX MORTARA 78-54
(20-13, 34-23, 54-35)

Gioria sottomano - Derthona Basket
DERTHONA: ROTONDO 8, VITALI 5, Stanojevic 2, Gioria 17, VENUTO 17, GATTI 6, Samoggia 13, Strotz, Gay D., VIGLIANISI 10. All. Arioli, ass. De Ros e Lonardo.
MORTARA: DEL SORBO 9, Fant 2, Avanzini n.e., CAVALLARO 16, GRUGNETTI 6, MOSSI 11, Manuelli 4, Bossi n.e., Di Paola, TARDITO 6. All. Zanellati, ass. Werlich e Marcone.

Difficile prevedere un inizio di playoff migliore per il Derthona! I bianconeri si aggiudicano gara 1 dei quarti di finale rifilando ventiquattro punti di scarto (78-54) al Mortara e chiudendo la partita praticamente già ad inizio dell’ultima frazione, con il massimo vantaggio dei ragazzi di Arioli che arriva anche a 30 punti.

Merito di un atteggiamento collettivo che è sembrato essere tornato ai periodo migliori della stagione regolare, facendo dimenticare le prestazioni non proprio esaltanti della recente fase ad orologio. Il “faro” della partita è risultato Marco Venuto particolarmente ispirato sia nell’organizzare il gioco, che nelle conclusioni individuali, soprattutto dalla lunga distanza. Proprio il regista tortonese, insieme a capitan Gioria, è l’artefice del primo allungo dei padroni di casa nella seconda parte del primo quarto, chiuso avanti 20-13, dopo un avvio incerto con qualche errore di troppo ed il mancato apporto di Samoggia, tenuto all’inizio precauzionalmente a riposo, con Gatti chiamato a sostituirlo onorevolmente.

Ma l’arma in più dei locali sembra essere la difesa, tradizionale punto di forza di Gioria & c., che limita notevolmente le bocche da fuoco ospiti, Mossi e Cavallaro in particolare, concedendo poche iniziative pure a Del Sorbo. Tant’è vero che col carburare di Samoggia in attacco ed il miglioramento generale delle percentuali tortonesi (alla fine 50% totale col 37 da 3), Mortara inizia a cedere definitivamente nella seconda frazione chiusa sul 34-23.

Al ritorno dagli spogliatoi il Derthona non perde la concentrazione e ricomincia a martellare da 3 punti ancora con Venuto. Agli ospiti non rimane che provare una difesa pressing, ma la convinzione non sembra quella giusta, e prima Viglianisi e poi ancora Venuto allungano al “ventello” il margine che al 30′ sa già di partita finita : 54-35. L’ultimo quarto diventa ben presto una passerella grazie al dominio sotto le plance dei vari Rotondo, Gatti e Gioria oltre alla facilità delle conclusioni di Vitali e ancora Venuto da lontano. Mortara molla definitivamente e tutto è rimandato al ritorno in Lomellina per gara 2 per una serie che, se servisse, rivedrà i contendenti sul parquet del PalaCamagna sabato prossimo (ore 21.15) a giocarsi la bella.

La prova del nove, quindi, delle ambizioni tortonesi è attesa per mercoledì sera (ore 21) quando tra le risaie il Derthona potrà bissare il successo come due anni fa nella semifinale della stagione di DNC (con Quaroni e Ganguzza in vena) che si concluse con la prestigiosa promozione nell’attuale serie o, ahi noi, come quattro anni fa quando i pavesi rovesciarono l’inerzia di una serie che costò la stagione ai bianconeri di allora (Zunino, Orsini, Di Gioia,ecc.) targati Benfante.
Intanto dagli altri campi un colpo di scena impensabile: tutte sconfitte casalinghe per Bologna, Piacenza e Cecina che cedono incredibilmente il passo rispettivamente a Cento, Empoli e Pavia.

A questo punto le favorite si complicano non poco la vita e non è da escludere che qualcuno rischi già l’eliminazione ai quarti, mentre altre potrebbero ritrovare energie e vitalità inattese: d’altronde questa è la legge dei playoff! Il Derthona attende in particolare l’esito di Pavia-Cecina in programma giovedì sera, dalla quale uscirà la possibile rivale per le semifinali, ma prima …. ricordiamoci che c’è Mortara!!

Orsi

Assicurazioni Picchi

PCA

ut elit. porta. Sed efficitur. elementum Aenean commodo venenatis vel,