Biglietti acquistabili

10/03/2024 16:30
Compra biglietto

Entra nel sito ufficiale Derthona Basket

Il Derthona sconfitto a Bologna

Il Derthona sconfitto a Bologna

Virtus Segafredo Bologna-Bertram Derthona 99-70 

(29-17, 47-36, 72-54)

Tabellini:

Bologna: Cordinier 11, Lundberg 9, Belinelli 10, Pajola ne, Dobric 11, Mascolo 4, Cacok 10, Shengelia 16, Hackett 9, Menalo, Mickey 14, Polonara 5. All. Banchi

Derthona: Zerini ne, Tandia, Baldi ne, Dowe 8, Candi 8, Errica ne, Baldasso 18, Severini 7, Weems 8, Thomas 13, Radošević 8. All. Ramondino

Esce sconfitta dalla Virtus Segafredo Arena la Bertram Derthona, al termine di un incontro in cui la squadra allenata da coach Ramondino ha sempre inseguito nel punteggio. I Leoni hanno provato a più riprese – in ogni frazione – a rientrare sotto la doppia cifra di distacco e in partita, ma Bologna, con lucidità, ha respinto tutti i tentativi di rimonta conquistando il successo.

Primo quarto di gara complesso per la Bertram, che subisce l’aggressività offensiva della Virtus, che raggiunge la doppia cifra di vantaggio dopo 7 minuti (24-10). Nelle battute conclusive della frazione, il Derthona accorcia il gap fino al 29-17. Nel secondo parziale la formazione allenata da Ramondino alza il livello del proprio gioco, riducendo ulteriormente il divario fino al -7 (35-28). Nelle battute seguenti, Bologna produce una nuova accelerazione che vale il 47-36 dell’intervallo.

Al rientro dagli spogliatoi i canestri di Cordinier e Mickey producono il nuovo allungo dei padroni di casa, che aggiornano più volte il massimo vantaggio, fino al +20 (68-48). Negli ultimi minuti, la Bertram prova a rientrare, ma la Virtus mantiene il controllo: al 30’ è 72-54. Nell’ultimo periodo il Derthona mette in campo grande energia, e arriva sino al -13 in più occasioni, ma Bologna – con la precisione nel tiro da tre punti – conserva e dilata il proprio margine. Negli ultimi minuti la Virtus amplia ancora il gap sino al 99-70 della sirena.

Così coach Marco Ramondino al termine della gara: “Complimenti alla Virtus per la vittoria meritata per come ha giocato. Oggi non siamo riusciti ad avere un impatto fisico sulla gara che è imprescindibile per competere contro una squadra così forte. Siamo sempre stati un passo indietro a loro, l’impressione è che abbiamo sempre rincorso quello che faceva la Virtus”.