Progetto di formazione promosso dal Derthona Basket: bullismo, stili di vita e rispetto delle regole

Progetto di formazione promosso dal Derthona Basket: bullismo, stili di vita e rispetto delle regole

Si è svolta nella mattinata di oggi, martedì 28 gennaio, nella cornice della Sala Romita del Comune di Tortona la conferenza stampa del progetto di formazione promosso dal Derthona Basket con il contributo dell’Istituto ODPF Santachiara, patrocinato dal Comune di Tortona e rivolto agli atleti del settore giovanile del Club e agli studenti di tutti gli Istituti della città.

Ad aprire la conferenza è stato Federico Chiodi, Sindaco di Tortona e padrone di casa in questa occasione, che ha voluto ringraziare ʺi giornalisti, i dirigenti e i rappresentanti delle scuole della città. Il progetto mi è piaciuto molto fin da quando Ferencz Bartocci me ne ha parlato, in quanto ritengo che lo sport – quello di squadra in particolare – possa essere utile per l’educazione, la formazione e il carattere dei ragazzi. Sono felice che il Derthona Basket abbia deciso di coinvolgere le scuole della città su una tematica così importante; si tratta di un’occasione unica e un progetto che avrà momenti di divulgazione e di incontro che il Comune ha deciso di appoggiare e sostenere. Il bullismo e il cyberbullismo sono piaghe che affliggono anche la nostra comunità, quindi da parte dell’Amministrazione ci sarà il massimo supporto possibileʺ.

ʺRingrazio la Bertram Derthona – commenta l’Assessore alle Politiche Giovanili Marzia Damiani – per avere coinvolto le scuole e i ragazzi della città in questo progetto. Il bullismo è un tema che ci riguarda molto da vicino e questa iniziativa consente di comprendere il problema, sfruttando anche l’eco mediatico che ha una società così importante come il Derthona Basket. Mi piace vedere come la società e le scuole investano tempo, forze e risorse per portare avanti questo progetto, che vedrà il primo momento venerdì 7 febbraio in Piazza Duomo per il flashmob in occasione della Giornata Nazionale contro il Bullismo e Cyberbullismoʺ.

Dopo l’Assessore Damiani, a prendere la parola è stata Cristina Montagnoli, Direttore dell’Istituto ODPF Santachiara di Tortona, che si è espressa in rappresentanza degli Istituti cittadini, spiegando come ʺl’iniziativa è nata nel corso di una chiacchierata avuta con Ferencz Bartocci nel mese di dicembre. Insieme abbiamo condiviso l’idea di proporre un evento mediatico importante sfociato in “Un palleggio contro il Bullismo”, un flashmob che si svolgerà in Piazza Duomo venerdì 7 febbraio. Voglio ringraziare Guido Rosso (del Marconi/Carbone), Maria Rita Marchesotti (Peano), Laura Montecucco (Ciofs), Clara Migliora (Tortona A), Stefania Continillo (Tortona B) ed Enrica Granaglia (San Giuseppe), Dirigenti Scolastici delle scuole di Tortona che forniranno un impegno logistico importante per la realizzazione del progettoʺ.

Dopo Cristina Montagnoli, è stato il turno di Ferencz Bartocci, che ha illustrato le tre diverse fasi in cui si articola il progetto. In apertura, il General Manager di Bertram Yachts Derthona ha voluto ringraziare ʺl’Amministrazione Comunale e il Sindaco, con il quale fin dal mese di maggio dello scorso abbiamo iniziato a collaborareʺ, per poi proseguire illustrando la volontà del Club di coinvolgere sempre di più il territorio nelle iniziative in quanto ʺl’unione delle varie componenti fa la forza: il nostro intento è aiutare e accompagnare le scuole in tutti i progetti possibili, oltre che svolgere attività di promozione di Tortona sotto tanti punti di vista sviluppando un forte legame con la cittàʺ.

Bartocci ha poi descritto le tre iniziative pensate in collaborazione con le scuole della città, un progetto ʺgià pensato per i ragazzi del nostro settore giovanile e che è stato allargato agli studenti di Tortona che danno ospitalità ai nostri ragazzi nei loro corsi. Il 7 febbraio, oltre al flashmob in Piazza Duomo, ci saranno due incontri distinti per ragazzi e genitori sul cyberbullismo con Mario Leone Piccinni, esperto di cyberbullismo e autore di numerosi libri. Il flashmob sposa anche un progetto avviato dal Provveditorato degli Studi e sarà articolato in un breve momento dedicato ai contenuti proposti dalle varie scuole e da un momento a sorpresa. Il secondo incontro – sul corretto stile di vita – sarà dedicato ai genitori, nella giornata del 13 marzo, in cui interverrà anche il nostro medico sociale, la Dottoressa Pia Camagna. Il terzo appuntamento è ancora in via di definizione per il 23 aprile, riguarda le regole del gioco e vedrà gli interventi un arbitro di Serie A di calcio, e di un collega, sempre di Serie A di basket che affronteranno l’importanza di rispettare le regole. Al termine di questi incontri faremo una pubblicazione degli atti in modo da offrire a tutti la possibilità di consultarli in futuroʺ.

dictum id, odio nunc ultricies at neque. ut venenatis