Biglietti acquistabili

20/04/2024 19:00
Compra biglietto

Entra nel sito ufficiale Derthona Basket

Il Derthona conduce dall’inizio, allunga nella ripresa e batte Cremona

Il Derthona conduce dall’inizio, allunga nella ripresa e batte Cremona

Bertram Derthona-Vanoli Cremona 87-76

(20-18, 41-36, 66-55)

Tabellini:

Derthona: Zerini, Ross 15, Dowe 2, Candi, Tavernelli ne, Strautinš 7, Baldasso 12, Kamagate 8, Severini 14, Obasohan 14, Weems 12, Thomas 3. All. De Raffaele

Cremona: Eboua 1, Adrian 11, Davis 13, Pecchia 6, Denegri 10, Lacey 9, Piccoli 3, McCullough 10, Golden 10, Zanotti 3. All. Cavina

Settima vittoria consecutiva al PalaEnergica per la Bertram Derthona, che contro la Vanoli Cremona conduce sin dalla palla a due, allungando progressivamente il proprio margine nel corso dei quaranta minuti. Dopo un primo tempo equilibrato, nella ripresa i bianconeri piazzano i break decisivi per conquistare i due punti.

Avvio di gara di marca Bertram: l’attenzione difensiva e le folate offensive in velocità guidate da Ross spingono il Derthona al +10 (20-10) dopo 6 minuti. L’espulsione di coach Cavina – per somma di falli tecnici – porta alla reazione ospite che chiude la frazione con uno 0-8: al 10’ è 20-18. Nel secondo quarto l’incontro è fatto di parziali, generati dai canestri da tre punti, con la formazione allenata da De Raffaele che si mantiene sempre in vantaggio: all’intervallo il punteggio è 41-36, siglato dalla tripla di Ross.

Al rientro dagli spogliatoi, Cremona impatta a 43 con il tiro da fuori di Adrian, ma poi il Derthona mette a segno un 10-0 che vale il nuovo allungo al 25’. La Bertram respinge poi tutti i tentativi di rientro di Cremona, guidata da Obasohan (13 punti nella frazione), e chiude avanti 66-55 dopo trenta minuti. Nell’ultimo periodo, i Leoni gestiscono il margine accumulato, trovano buone soluzioni offensive corali e vincono 87-76.

Così il Presidente Marco Picchi al termine della gara: “Ci tengo ad augurare una serena pasqua a tutti i nostri tifosi, e ci tengo a ringraziarli perché siamo alla settima vittoria consecutiva in casa. Questo è diventato un campo caldo, per merito dei nostri tifosi, a cui chiediamo uno sforzo perché sono molto importanti per noi. Stasera abbiamo conquistato la matematica salvezza, questo è un campionato difficile e la partita di stasera lo dimostra: Cremona gioca benissimo e non molla mai, dimostrando come non esistano partite scontate. Vincere otto delle ultime undici partite è un grandissimo merito di questo gruppo e di questi ragazzi, in quanto non era scontato. Un pezzo di merito particolare va al coach, che ho conosciuto meglio in campo e fuori in questi mesi: è giusto, da parte mia, sottolineare i meriti di coach De Raffaele e del suo staff, riportandoci nelle posizioni di classifica in cui vogliamo stare. Nelle prossime ore formalizzeremo l’accordo che ci legherà per lungo tempo al nostro capo allenatore: una scelta condivisa con il nostro proprietario, il Dottor Gavio, che come quella di Strautinš vuole testimoniare le ambizioni di questo Club. Il Dottor Gavio ci permette, con passione e lungimiranza, di programmare il nostro futuro, e sposare il progetto tecnico guidato da Walter De Raffaele è la chiara scelta di quello che il nostro Club vuole fare”.

Così coach Walter De Raffaele al termine della gara: “Mi unisco agli auguri di buona Pasqua e tanta salute a tutti i tifosi. Voglio ringraziare il Presidente Picchi per le parole spese, perché è stata una cavalcata di tre mesi in cui tutti, davanti e dietro le quinte, hanno contribuito. Il nostro è un gruppo molto puro, in cui abbiamo deciso di non fare cambi ma sistemare alcuni ruoli, come Obasoha. Ringrazio anche il Dottor Gavio e Ferencz Bartocci, perché avere la fiducia di un Club che vuole programmare è importante. Vogliamo provare a essere protagonisti fino alla fine in tutte le competizioni che andremo a disputare in futuro. La nota migliore di stasera è avere avuto tanti protagonisti diversi nel corso della partita: questo è l’elemento più importante, unito certamente a un’attitudine difensiva che proviamo a sviluppare sempre al massimo. I giocatori e il gruppo ci sono, avere a rotazione protagonisti diversi in una gara contro una squadra così dura, in cui abbiamo prodotto 22 assist è l’essenza dell’essere squadra che ho cercato di fare sin dal mio arrivo”.