Share Button

Orsi Derthona – Novipiù Casale Monferrato 76-78

(13-17, 41-38, 60-56)
Derthona: Greene IV 13, Cosey 7, Alviti 8, Ricci 14, Sanna 4, Conti, Mascherpa 7, Garri 17, Pilati ne, Billi ne, Cucci 6. All. Cavina
Casale: Tolbert 7, Denegri 6, Tomassini 29, Natali 8, Blizzard 10, Di Bella 4, Martinoni 11, Severini 3, Ruiu ne, De Ros ne, Valentini ne, Bellan. All. Ramondino
Note: T2: De 21/33, Cm 18/35; T3: De 7/22, Cm 10/18; Tl: De 13/16, Cm 12/18.
 

E’ un canestro di Giovanni Tomassini a un decimo di secondo dalla fine a indirizzare il derby verso la Novipiù Casale Monferrato. Si chiude nel modo più amaro per i colori bianconeri un derby appassionante, che ha visto quindici sorpassi e che, dopo un primo quarto che ha visto un tentativo di fuga della Novipiù, si è sviluppato sui binari dell’equilibrio e del pathos. Un derby che Casale sembrava avere vinto ad una manciata di secondi dalla fine, ma che lo spirito leonino del Derthona ha riaperto fino al pareggio siglato a 2” dalla fine. Prima, appunto, del jumper di Tomassini che ha scritto il 76-78 finale.

Meglio Casale in avvio, trascinata da un 3/5 da tre punti (sugli scudi Tomassini, due volte, e Denegri) che vale il 13-17 del 10’. La striscia rossoblu prosegue con due canestri consecutivi di Martinoni per il massimo vantaggio Novipiù (13-23 al 12’), prima che il Derthona faccia sentire la propria voce. Una rubata di Garri sul pressing a tutto campo ed una infrazione di cinque secondi forzata dal collettivo bianconero girano l’inerzia della partita e, sulla tripla di Alviti (29-29), la Orsi rientra ufficialmente in partita. Tre canestri da tre punti di Greene portano avanti i bianconeri in prossimità dell’intervallo (41-38), ma al rientro dagli spogliatoi sono le difese a salire in cattedra. Le percentuali di tiro calano progressivamente, ed in avvio di quarto periodo la Novipiù può sorpassare (60-63). I rossoblu mantengono un possesso di vantaggio per quasi tutto il quarto periodo, fino al minuto finale, sul quale si entra sul +3 Casale. Greene e Mascherpa mancano la tripla del pareggio bianconero, Tomassini dalla lunetta sigla il 71-76. Due liberi di Garri riportano sotto il Derthona a 8” dalla fine, poi i bianconeri recuperano palla (infrazione di 5” di Martinoni). L’ultimo assalto porta Mascherpa in lunetta a 5”: il playmaker bianconero segna il primo e converte incredibilmente il rimbalzo d’attacco catturato, impattando a quota 76 con 2” da giocare.
Poi l’epilogo.

 

Share Button