Share Button

Ci aspettano proprio lì, in Piazza Azzarita, nel tempio della pallacanestro italiana, sulle tavole del parquet di Villalta, di Gary Schull, di Brunamonti, di Myers, di Ginobili… Saranno in 5 mila come ai tempi delle finali scudetto, dei derby tra V nere ed Effe scudate, come ai tempi della Fortitudo vincente e chiassosa come la sua Fossa e lì sotto attaccheremo nel secondo tempo e sarà dura giocare, tirare un tiro libero, non immergersi nel calore di una marea biancoblu.

Nessuna tempesta distruggerà la nostra Fede. Così recita lo striscione che domina la curva e non ha mai smesso di capeggiare nonostante di tempeste in casa Fortitudo ne siano passate tante e abbiano lasciato i resti di tanti disastri e tante sofferenze tra retrocessioni, finali perse e poi, addirittura, un fallimento. Ma sono sempre li, con lo stesso striscione, anche in serie B, anche se stavolta i bianconeri da sconfiggere non si chiamano Virtus. No, si chiamano Tortona. Pardon, si chiamano Derthona.

Quelle scalette dallo spogliatoio al campo hanno accompagnato sogni, speranze, timori di tutto il meglio del basket italiano e quando ci uscivano gli avversari l’accoglienza era sempre la stessa da Meneghin a Danilovic: più forti erano i fischi, più alto il livello di rispetto e di timore. Salutate la capolista. Si, credo proprio che ci fischieranno perché raccontano che siamo forti e il campo sta dicendo che fino ad oggi siamo stati i più bravi del gruppo quindi sarò felice quando ci fischieranno, sarò impaziente di vedere i nostri ragazzi battersi con un leone sul petto e pensare che lo stanno facendo proprio li, nel giorno in cui il Derthona giocò a Bologna… Non so quanti di noi pensino all’idea di poter vincere la partita, non so per quanti sia l’essenziale, intanto forse la verità è che pullman, macchina o treno, saremo tutti là per esserci quel giorno, per raccontarlo mille volte, per ricordare a Leo, Paolo, Giuliano, Kenny, Stefano, Raphael, Marco, Paolino, Jimmy, Michele, Stefan o Flavio che lì in mezzo non sono soli perché 200 cuori batteranno con il loro nel giorno in cui il Derthona mette il vestito bello e va a Palazzo.

Domenica 19 gennaio 2014 ore 18, Paladozza, Piazzale Azzarita, Bologna.

Fortitudo Bologna vs Derthona Basket

Tifosi Derthona Basket

Share Button