Share Button

Orzinuovi – Derthona Basket 80-83 (20-16, 20-22, 12-30, 28-15)
Orzinuovi : Bertolini 8, Ferrarese 21, Martini 12, Micevic 23, Chiarello 2, Mazzucchelli ne, per mon ne, Braidot 14, Rinaldi ne, Trapella. All. Eliantonio
Derthona Basket : Rotondo 8, Vitali 21, Gioria 12, Venuto 8, Samoggia 13, Cernivani 15, Stanojevic ne, Gatti 2, Strotz 4, Gay ne. All. Arioli

Venuto - palleggio - Derhona BasketContinua il “magic moment” del Derthona che, tre giorni dopo l’impresa di Bologna, vince anche ad Orzinuovi la gara di andata dello spareggio valido per l’accesso alle Final Four di Coppa Italia. In terra bresciana è stata gara dura caratterizzata dal sostanziale equilibrio nei primi due quarti, rotto nel terzo quarto dal nervosismo dei locali, puniti da una serie di falli tecnici che costano prima l’espulsione dell’allenatore Eliantonio e di poi di Bertolini, ciò che permette a Vitali & soci di guadagnare un vantaggio massimo di 16 punti alla fine della terza frazione (52-68), sfruttando soprattutto i tiri liberi a disposizione. Orzinuovi, toccato nell’orgoglio, reagisce nell’ultimo quarto riportandosi sotto con una serie di bombe dalla distanza (Braidot, Micevic e Martini) mentre l’agonismo cresce e Rotondo ne fa le spese subendo un brutto colpo al collo che gli costa nell’immediato le cure dei sanitari, oltre all’espulsione per reazione e, a fine partita, addirittura un accertamento in ospedale per la botta rimediata.

I bresciani arrivano a – 2 sul 71-73 a 4’ dalla sirena ma prima Venuto e poi Vitali rispondono per le rime, tenendo a distanza i padroni di casa. Nel finale convulso alle conclusioni di Ferrarese e Braidot contrastano due canestri importantissimi di Strotz e Gioria che chiudono definitivamente i conti a favore dei bianconeri. Alla fine il tabellino parla chiaro segnalando la sofferenza dei nostri a rimbalzo (43 per Orzinuovi contro 28 Derthona ) mentre sono buone le percentuali complessive al tiro ed in particolare da tre punti (8/19 contro i loro 8/33) ed ai liberi (21/25 contro 28/40). Tra i singoli sempre determinante Samoggia, mentre cresce la fiducia di Vitali e Cernivani e si rivede il vero Gioria.

Adesso, nemmeno il tempo di respirare ed è già ora di pensare a domenica prossima 26 alle ore 18.00 al PalaCamagna quando arriverà Pavia dell’ex Degrada ( che all’andata ebbe la meglio sul Derthona) col dente avvelenato per la sconfitta subita ad Alessandria dopo un tempo supplementare. Sarà molto importante recuperare le forze e valutare la situazione rispettivamente di: Viglianisi fermo per una leggera distorsione alla caviglia e di Rotondo dopo la brutta avventura di Orzinuovi. Il ritorno con i bresciani è previsto per martedì 4 febbraio alle ore 20.

 

Share Button