Share Button
G.S.A. Udine – Bertram Derthona                           83-74

(17-25,48-46, 72-60)

G.S.A. UDINE: Dykes 20, Benevelli 7, Bushati 11, Caupain 20, Mortellaro 8, Diop 2, Chiti ne, Ferrari 1, Pinton, Nobile ne, Pellegrino 10, Raspino 4. All. Lardo

BERTRAM DERTHONA: Spanghero 5, Sorokas 12, Johnson 20, Alibegovic 7, Garri 18, Cremaschi ne, Pilati ne, Quaglia 4, Gergati 5, Radonjic 3, Apuzzo. All. Pansa.

Primo atto della serie appannaggio di Udine, abile e cinica nel conquistare il vantaggio nel terzo quarto e nel mantenerlo resistendo all’assalto di un coriaceo Bertram Derthona fino all’83-74 finale. Contro una delle corazzate dal roster lungo, i Leoni partono con il piglio giusto (17-25 al 10’) e chiudono sul 46-48 un primo tempo di grande desiderio. Nel terzo quarto si scatenano i padroni di casa, trascinati da Dykes con quattro bombe in meno di 5′, per il 66-55 del 25′. Il Derthona ha il merito di restare aggrappato alla partita e, con una grande difesa, che tra il 31′ e 35′ concede solo un punto a Udine, riportandosi sul -4 (73-69). Qui, un paio di imprecisioni in attacco costano i possessi di un ulteriore potenziale avvicinamento ed il canestro di Caupain, che vale il 76-69 al 36′, è quello che permette ai padroni di casa di mantenere le distanze. Il Derthona non china il capo; sospinto dagli oltre sessanta tifosi giunti in Friuli, resiste al -9 e si riporta sul -6 (tripla di Sorokas al 38’), ma non riesce ad accorciare e la partita si chiude con la vittoria dei padroni di casa per 83-74. Adesso per i Leoni si tratta di riposare e di recuperare le energie per l’appuntamento di mercoledì 2 maggio, alle 20.30, con i bianconeri che proveranno a pareggiare la serie prima di ritornare nella propria tana, al PalaOltrepo’ di Voghera. 

Lorenzo Pansa: “ Sono orgoglioso per la prestazione che i miei ragazzi hanno prodotto oggi. Abbiamo fatto un primo tempo sontuoso, poi siamo andati in difficoltà grazie alla grande qualità di Udine. Abbiamo poi avuto la forza di rientrare in partita e con due esecuzioni fatte meglio, con una difesa senza sbavature, oggi potremmo raccontarci un’altra partita. Sono convinto che potremmo fare ancora di più. Ora si tratta di recuperare le energie; se saremo in grado di riproporre questo desiderio, ci potremo divertire”.
Share Button