Share Button

Cinquant’anni, ma non li dimostra: così si potrebbe appellare il settore giovanile del Derthona Basket che sabato scorso, con la tradizionale Festa del Minibasket 41º Memorial “Uccio Camagna”, ha chiuso formalmente proprio la sua 50ª stagione sportiva, avendo iniziato l’attività nel gennaio 1965.
Un altro buon motivo quindi per ricordare una stagione che rimarrà storica non solo per la partecipazione alla serie A2, ma anche per il ritorno ad una giusta considerazione del vivaio.

Ecco dunque l’avvio di una programmazione che, nel recupero della tradizione, ha visto il ritorno alla partecipazione di tutte le categorie giovanili regionali, coronata dal primo posto degli Under 19 Elite che hanno preso parte alle relative finali nazionali, ricordato nella festa con un riconoscimento al capitano Tava Edoardo. Qualcosa di più ci si aspettava dagli Under 17, ricordati con un premio ai miglioramenti di Riccardo Mogni; difficile chiedere di più invece agli Under 15 dove ad essere premiata è stata la costanza di Edoardo Santoro; mentre per gli Under 14 era facile prevedere l’attestato al crescendo di Sing Akashdeei, la delusione della mancata qualificazione alla finale regionale degli Under 13, non ha comunque offuscato le qualità riconosciuti a Tommaso Pace.

Ma il Memorial “Uccio Camagna” è soprattutto la festa di partecipanti ai corsi di minibasket e da mezzo secolo i premi più attesi restano quelli di Miss e Mister Basket che quest’anno sono andati rispettivamente a Valentina Di Lieto e Luca Scabini. Sempre della leva 2003 menzione speciale ai progressi costanti di Umberto Bagnasco, per il 2004 encomio alle capacità di Lerta Alessandro, per il 2005 riconoscimento al talento di Leonardo Mogni, per il 2006 valutata l’attitudine di Claudio Gay, per il 2007 le doti di Riccardo Bordoni, per il 2008 le potenzialità Luca Devecchi ed infine per il 2009 le speranze sono affidate a Federico Siro. Altri premi particolari consistenti nella partecipazione al Derthona Basket Camp che andrà in scena al Lido degli Scacchi dal 14 al 21 giugno sono andati a Daniel Gogaj e Pietro Lisini.

Nonostante il caldo, il pomeriggio di festa è trascorso piacevolmente con le gare gestite dagli instancabili istruttori Edoardo Gatti e Clara D’Amico alla presenza delle autorità quali, oltre al Presidente del sodalizio bianconero Avv. Roberto Tava e del Responsabile del Settore giovanile Andrea Ablatico, l’ Assessore allo sport Vittoria Colacino, il consigliere comunale Giovanni Cuniolo Ferrari e la Dott.ssa Pia Camagna Presidente della Fondazione Uccio Camagna.

Share Button