Share Button

Paffoni Omegna: Moore 13, Zanelli 11, Iannuzzi 13, Vildera, Cappelletti 10, Terenzi, Galmarini 8, Casella 12 , Banach, Gurini 3, Smith 11 . All.Magro
Orsi Tortona: Spissu 10, Gay, Markus, Reati 24, Bianchi 9, Simoncelli 2 , Garri 20, Maghet, Antonietti, Iannilli 2, Brooks 1. All.Cavina .

Era una trasferta complicata tenuto conto dei vari problemi fisici che hanno colpito la squadra ( Marks out, Iannilli e Bianchi recuperati in extremis ) e alla fine è arrivata una vittoria meritatissima per 86 a 81.

Coach Cavina parte con Spissu, Simoncelli, Reati, Brooks e Garri. Il primo canestro è di Smith a cui rispondono subito Brooks e Spissu con due triple. Anche Reati e Garri si iscrivono alla partita con una tripla e e dopo due minuti il punteggio è 12 a 4 Tortona. Moore segna due volte da tre e riporta i suoi a contatto. A metà primo quarto perfetta parità a 14. Due liberi di Moore danno il primo vantaggio interno ma Garri e Bianchi riportano avanti Tortona. Coach Magro chiama minuto dopo un’altra persa in attacco convertita in due punti da Bianchi. 18 a 24 ospite a due minuti dal primo intervallo. Omegna prova a correre ma viene punita da una tripla di Reati in transizione. Un antisportivo fischiato a Casella manda Reati in lunetta per due liberi realizzati e sulla rimessa segna ancora Reati da 3. 32 a 21 Tortona alla fine del primo quarto con Reati già a quota 13 e un eccellente 6/9 di squadra da 3 punti.

Le percentuali si abbassano all’inizio del secondo quarto quando Omegna prova ad alzare la pressione e dopo 3 minuti il parziale del quarto è 4 a 0 per i locali. Tortona fa fatica adesso in attacco e una tripla di Gurini riporta i suoi a meno 6 ( 28-34 a 5’40” dall’intervallo lungo ). Cappelletti con 5 in fila ricuce lo strappo con un parziale nel quarto di 12 a 2 che diventa 14 a 2 con il canestro di Galmarini che significa anche vantaggio Omegna sul 35-34. Bianchi con una tripla dall’angolo ferma l’emorragia offensiva dei suoi riportando avanti Tortona a due minuti dalla fine del secondo quarto. Brooks trova prima una tripla e poi un canestro da due per dare ancora 4 punti di vantaggio ai suoi. Un canestro di Simoncelli dopo una tripla di Zanelli chiude il quarto. Omegna 41 Tortona 44. 13 punti di Reati e 10 di Brooks da una parte, 8 di Moore e 7 di Iannuzzi e Cappelletti dall’altra. Entrambe le squadre tirano oltre il 50% dal campo, per ora la differenza la fanno gli errori di Omegna dalla lunetta. Da segnalare i 3 falli di Spissu.

Si riparte con Simoncelli, Reati, Bianchi, Brooks e Garri. Il primo canestro è di Garri e poco dopo arriva la tripla di Reati che riporta gli ospiti avanti di 6 sul 49-43. Moore con una tripla riavvicina Omegna e subito dopo ancora Moore per il vantaggio casalingo. Antisportivo fischiato a Simoncelli e Omegna avanti di 3 ma Tortona non ha intenzione di lasciare la partita e rimane a contatto dalla lunetta. La tripla di Garri riporta avanti Tortona sul 56-54 a 3’38” e costringe coach Magro a chiamare timeout. Gran schiacciata di Bianchi e nuovo tentativo di fuga ospite con la tripla di Reati per il più 7. Zanelli replica immediatamente da 3 e Spissu commette il suo quarto fallo in attacco. Reati è immarcabile per la difesa di casa e nuovo più 6 esterno dopo due liberi di Brooks. 67 a 59 Tortona con un canestro di due di Brooks sulla sirena . Reati a quota 21, Brooks a 16 e Garri a 14.

L’ultimo quarto si apre con errori da entrambe le parti: la stanchezza comincia a farsi sentire. 4 punti di Zanelli e 2 di Casella costringono Cavina al timeout sul 67-65 esterno a 7′ dalla sirena finale. Le rotazioni tortonesi sono ormai ai minimi termini ma Spissu trova due triple per il più 6 a 4′ dalla fine. Garri a rimbalzo offensivo trova il più 5 quando cominciano gli ultimi 2 minuti. Ancora Garri segna e subisce fallo grazie a un assist di Spissu: più 6 a 1’20” dalla fine. Due liberi per Iannuzzi entrando nell’ultimo minuto . Reati segna la sua sesta tripla ampliando il vantaggio esterno ma Omegna non molla: Cappelletti con un 2+1 avvicina i suoi a meno 3. Mancano 18 secondi quando Spissu va in lunetta e mette due possessi di distanza. Finisce 86 a 81 e la festa bianconera può cominciare.

Share Button