Share Button

Orsi Derthona – Dinamica Generale Mantova 78-69
(26-15, 49-33, 61-52)
Derthona: Greene IV 15, Cosey 27, Alviti 3, Ricci 10, Sanna 6, Taverna, Conti, Mascherpa, Ricci F. ne, Garri 11, Apuzzo ne, Cucci 7. All. Cavina
Mantova: Daniels 19, Vencato, Giachetti 10, Timperi, Candussi 11, Casella 6, Lusvarghi ne, Amici 12, Corbett 4, Gergati 6. All. Martelossi

Il Derthona conquista il secondo punto nella serie degli ottavi di finale playoff, superando per la seconda volta in tre giorni la Dinamica Generale Mantova al PalaOltrePo’. Il successo bianconero trova le proprie fondamenta in una prima metà di gara che rasenta la perfezione, nella quale la difesa ed il gioco in velocità spediscono i bianconeri sul +11 al 10’ (26-15), raddoppiato poi (48-26) al 19’ sugli spunti di Cosey (20 a metà gara, 27 alla fine) e Garri (10 all’intervallo).
La Dinamica reagisce in chiusura di secondo quarto (49-33 alla pausa lunga) e, complici alcuni aggiustamenti difensivi, riesce ad inceppare i meccanismi offensivi bianconeri. La formazione ospite accorcia con Amici e Daniels, autori rispettivamente di 10 ed 8 punti nel terzo quarto, fino a toccare il 61-52 alla terza sirena. Mantova prende coraggio e si riporta sul -2 (61-59) al 32’, sulla tripla di Casella, ma il Derthona c’è. La difesa sale di tono, mentre in attacco Cucci trova il fondo della retina da 3 punti, per il 64-59 che restituisce slancio ai bianconeri. Il parziale del Derthona prosegue, con il gioco da tre punti di Ricci ed i tre punti conseguenti al fallo tecnico fischiato a Gergati al 35’, ma sono la difesa – con Mantova che non trova il canestro per oltre quattro minuti – ed il controllo dei rimbalzi a permettere ai Leoni di mantenere il controllo della partita fino al 79-68.

Demis Cavina: “E’ stata un’altra partita giocata con grande intensità, la cui chiave di volta è stata la nostra difesa. Nel primo tempo, con medie di realizzazione molto alte siamo riusciti a prendere un buon divario, ma ai fini della vittoria è stato decisiva la tenuta della nostra retroguardia nel secondo tempo. Ho ribadito ai ragazzi a fine partita l’importanza di tenere alta la concentrazione senza cadere nelle lamentele o alle provocazioni. Dobbiamo recuperare energie perché ci aspetta un’altra dura battaglia.”

Share Button