Share Button

Orsi Derthona – Bondi Ferrara 100-75

(29-22, 57-35, 68-56)
Derthona: Apuzzo, Greene IV 23, Cosey 15, Alviti 8, Ricci G. 13, Sanna 11, Conti 9, Mascherpa 11, Ricci F. , Garri 4, Riva, Cucci 6. All. Cavina
Ferrara: Soloperto 7, Mastellari 10, Ardizzoni ne, Zani 2, Mastrangelo ne, Cortese 15, Bowers 27, Moreno 8, Pellegrino 4, Roderick ne, Ibarra ne, Caridi 2. All. Trullo
Note: T2: De 17/36, Fe 27/47; T3: De 20/39, Fe 3/13; Tl: De 6/9, Fe 12/20.

E’ un Trofeo Ghisolfi molto positivo per i colori bianconeri (100-75 il finale) quello che va in scena in un PalaCamagna gremito in ogni ordine di posto e traboccante di entusiasmo per i propri beniamini.
I bianconeri approcciano il memoriale dell’ex presidente del Derthona con la giusta intensità difensiva e, assistiti da ottime percentuali al tiro, riescono a scavare un piccolo break sin dai primi minuti di gioco, grazie ai canestri di Greene IV (11) e Cosey (9). La prima sirena non cambia la trama in campo, tutt’altro: la costante pressione difensiva bianconera permette di guadagnare canestri facili in contropiede, costruendo punto dopo punto il parziale che porta il punteggio sul 46-30 al 15’ e sul 57-35 all’intervallo.

Ferrara organizza una reazione nel terzo periodo e, trascinata da Bowers, accorcia fino al 68-56 del 30’, ma il Derthona è concentrato e non concede spazio. Due canestri da tre punti dei giovani Cucci ed Alviti riportano il divario oltre le venti lunghezze e, di fatto, chiudono i conti con qualche minuto di anticipo in favore dei padroni di casa.

Dopo una breve apparizione ad Hop Hop Street Food, festival di cibo di strada di scena nel centro di Tortona nel fine settimana, capitan Garri e compagni saranno impegnati già domenica pomeriggio a Fidenza in un test amichevole contro OraSì Ravenna, club militante nel girone Est di serie A2 al pari di Ferrara.

Così coach Cavina: “Sono contento perché oggi abbiamo mantenuto una buona intensità difensiva per tutta la partita e, per la prima volta in stagione, siamo riusciti a segnare con continuità anche dalla distanza. Sono soddisfatto anche per la circolazione di palla che abbiamo messo in campo. Mi fa particolare piacere avere visto il palasport pieno, curioso di vedere all’opera la nuova squadra e desideroso di ricordare un grande amico del Derthona”.

Share Button