Share Button

Orsi Derthona – Bcc Agropoli 72-66

(9-18, 30-36, 55-51)
Derthona: Greene IV 5, Cosey 16, Alviti 2, Ricci 13, Sanna 10, Conti, Mascherpa 9, Garri 11, Pilati ne, Apuzzo ne, Billi ne, Cucci 6. All. Cavina
Agropoli: Turel 7, Taylor 11, Langford 20, Santolamazza 2, Romeo 10, Contento 5, Molinaro 3, Amanti ne, Carenza 8, Marra. All. Finelli
Note: T2: De 18/32, Ag 14/35; T3: De 7/27, Ag 10/34; Tl: De 15/22, Ag 8/9.

Una coinvolgente rimonta nella seconda metà di gara permette al Derthona di raggiungere il quarto successo consecutivo superando Agropoli per 72-66 e di mantenere il terzo posto in classifica. E’ un secondo tempo da 42-30 a far pendere la bilancia verso i colori bianconeri, dopo una prima metà che ha visto l’inerzia in mano alla formazione ospite. Più lesta alla palla a due, la Bcc ha saputo mettere in campo tutta la propria voglia di reagire all’attuale momento negativo, colpendo per tre volte dalla distanza, due con Langford ed una con Carenza, per il 2-11 del 5’. Il Derthona risponde con la tripla di Cosey che vale il 9-16 al 9’, ma la formazione ospite è sul pezzo e chiude il primo quarto sul 9-18. Il secondo quarto scorre sulle trame del primo, con la Orsi che rosicchia qualche punto al vantaggio ospite senza però riuscire a chiudere il buco iniziale (30-36 al 20’).
Il Derthona cambia passo uscendo dall’intervallo: la difesa alza il volume, mentre una tripla di Cosey ed un canestro di Garri valgono il sorpasso al 22’ (37-36). Agropoli risponde presente, ma due canestri di Sanna ed altri cinque punti di Cosey completano il parziale di 25-15 che permette ai Leoni di girare la boa del 30’ sul 55-51.
Il Derthona insiste nel quarto periodo, ritocca più volte il massimo vantaggio con Mascherpa (58-52 al 32’) e Cucci (65-58 al 36’), ma Agropoli resta in scia e non lascia mai scappare i bianconeri; anzi, sui canestri di Turel, la Bcc rientra fino al 70-66 che tiene aperta la contesa sino all’ultimo giro di lancette, preludio alla festa che si apre alla sirena del 40’.

 

Così coach Demis Cavina al termine della partita: “Questa partita ci insegna quale sia l’equilibrio in questo campionato. Siamo riusciti a girare l’incontro partendo dall’intensità difensiva; ci siamo adeguati sulla perimetralità di Agropoli, mentre in attacco siamo riusciti a giocare azioni più pulite, dopo un primo tempo nel quale abbiamo perso troppi palloni.
Sono molto contento di questa vittoria perché, contro Reggio Calabria nel girone di andata, non siamo riusciti a ribaltare l’inerzia ed abbiamo perso. La vittoria di oggi evidenzia quindi un fattore di crescita. Possiamo ancora migliorare molto.”

 

 

Share Button