Share Button

Lighthouse Trapani – Orsi Derthona 80-83
(15-20, 30-42, 53-64)

Trapani: Mays 15, Costadura ne, Renzi 18, Tavernelli 9, Nicosia ne, Amato ne, Ondo Mengue, Viglianisi 14, Filloy 2, Crockett 22. All.Ducarello

Derthona: Greene IV 30, Cosey 21, Alviti 1, Ricci 15, Sanna 4, Taverna, Conti, Mascherpa 1, Garri 5, Cucci 6. All.Cavina
Note: T2: Tp 25/39, De 20/32; T3: Tp 5/18, De 10/27; Tl: Tp 15/22, De 13/18.
Arbitri: Bongiorni di Pisa, Triffilletti di Messina, Maschio di Firenze.

E’ un canestro da tre punti di Phil Greene a 8” dal termine a scolpire il settimo successo consecutivo del Derthona, che espugna Trapani per 80-83 al termine di una partita intensa e spettacolare, conquistata con il cuore di fronte ad un’avversaria di valore e ai duemilacinquecento del PalaIlio. Decidono gli episodi, al termine di una sfida nella quale i Leoni hanno preso il largo in un primo tempo ai limiti della perfezione e sono stati in grado di rispondere al veemente rientro dei padroni di casa. Trascinata da Mays e dagli ex Viglianisi e Crockett, la Lighthouse è stata capace di rientrare dal -21 del 17’ (19-40 sulla tripla di Ricci), concludendo una lenta ma costante rimonta con il pareggio di Viglianisi (74-74) al 37’. Nei tre minuti finali i padroni di casa hanno sorpassato in due occasioni, entrambe con Mays, ma la difesa bianconera ed i canestri di Cosey e soprattutto Greene, con la tripla decisiva raccogliendo una palla vagante ad 8” dalla fine, hanno fatto pendere la bilancia verso i colori bianconeri. Trapani ha avuto per due volte il tiro per ribaltare il match, ma le triple tentate da Filloy non hanno trovato il fondo della retina, per un successo che vale oro per il Derthona.
In precedenza, era stato il Derthona ad impattare meglio il match. Con sette punti di Greene i Leoni si sono portati sull’8-18 dopo 7’; la Lighthouse ha risposto con Renzi (15-18 al 10’), ma due canestri da tre punti di Cosey e Greene sono valsi il 19-30 al 13’. Alimentato da una difesa che ha chiuso la via del canestro a Trapani per cinque minuti, il parziale bianconero è proseguito fino al 19-40 firmato da Ricci al 17’; la Lighthouse argina l’ondata disponendosi a zona, e con Renzi e Crockett accorcia sul 28-42 all’intervallo. L’inerzia è cambiata ed i siciliani portano l’assalto in avvio di terzo quarto; il Derthona risponde colpo su colpo fino al 30’ (53-64), prima di subire il rientro nel cuore del quarto periodo sui canestri di Viglianisi e Mays. Trapani si porta sul 62-66 al 34’, tocca il singolo possesso di svantaggio al 36’ (71-73) e pareggia sul 74-74 con Viglianisi. Il PalaIlio si trasforma in un girone infernale, ma il cuore dei Leoni non trema ed arriva la settima perla consecutiva. Probabilmente la più bella.

Share Button