Share Button

Piacenza-Derthona 80-70
(15-16; 10-21; 21-14; 34-19)

Derthona Tortona: Rotondo 10 (5/9), Cernivani 9 (2/3, 0/2), Vitali 4 (1/2, 0/5), Gioria 13 (4/5, 0/2), Venuto 12 (1/4, 3/7), Samoggia 16 (4/6, 1/4), Strotz, Viglianisi 6 (3/3, 0/4) N.E.: Stanojevic, Candela. Tiri Liberi: 18/21 – Rimbalzi: 28, 24+4 (Rotondo 11) – Assist: 6 (Venuto 4) – Cinque Falli: Viglianisi

Calo fisico

Finisce a Piacenza la serie positiva di ben nove successi del Derthona edizione 2014 iniziata dopo la sconfitta di Mortara del 4 gennaio scorso. La striscia vincente si interrompe causa un evidente calo fisico dei bianconeri, che dopo esser stati avanti anche di 15 punti, crollano alla distanza, complice la non perfetta condizione fisica di elementi al rientro da infortuni, come Viglianisi e Rotondo.

Buona la partenza dei tortonesi ispirati da Venuto e Samoggia che spingono il Derthona sul 12-6, prima del recupero dei padroni di casa, che pur sbagliando molto si rifanno sotto già a fine quarto chiudendo 15-16 con un incredibile canestro da 25 m di Gasparin allo scadere. Secondo quarto col Derthona che ci prova ad allungare portandosi prima sul +5 (18-23) grazie ad un gioco da tre punti di Cernivani, per poi approfittare dei problemi del Piacenza, statica in difesa ed inconcludente in attacco.

Nel finale di frazione i bianconeri hanno così vita facile portandosi avanti di 12 lunghezze (25-37) dando dimostrazione di poter chiudere la partita. Il gioco sembra fatto al rientro dagli spogliatoi col Derthona che trova il massimo vantaggio della partita sul + 15 (25-40), ma proprio da allora inizia la discesa con un rilassamento generale difensivo ed una serie di errori in attacco in primis Vitali. Piacenza non molla e comincia la controffensiva con Zampolli e Gambolati che trovano punti importanti recuperando lo svantaggio. I bianconeri risentono della pressione e vengono risucchiati a – 5 a fine terzo quarto (46-51).

Ultimo quarto con evidente calo fisico dei bianconeri a partire da Gioria in netta difficoltà a tenere Rombaldoni che infila tre canestri consecutivi, che ribaltano definitivamente il punteggio e l’inerzia a favore dei padroni dei casa. Rotondo, di certo non in una delle sue migliori prestazione, concede troppo spazio a Gambolati e butta al vento un’occasione nel finale, Viglianisi recupera una palla che sembra dare ancora speranza agli ospiti ma in difesa non è al pari uscendo per falli, Samoggia sbaglia gli unici canestri dell’ennesima buona prestazione, Cernivani non è incisivo, mentre Strotz è relegato in panchina e lo stesso Venuto, il migliore dei tortonesi della serata, manca di lucidità nella concludere un’azione dopo aver rubata una palla che poteva essere decisiva.

Il Derthona ripresenta vecchi problemi non riuscendo a capitalizzare il vantaggio dei primi due quarti e perde subendo negli ultimi 10 minuti di gioco un parziale di ben 34-19! Comunque ci sta ed intanto in classifica per fortuna cambia poco: Piacenza rafforza il terzo posto, ma la Fortitudo che nel frattempo si è rinforzata con l’acquisto di Sorrentino ex Viola Reggio Calabria e del giovane talentuoso pivot Landi della Virtus Bologna, già campione europeo Under 20, crolla inaspettatamente a Castelfiorentino.

 

Share Button