Share Button

Ventiquattro ore e poco più al derby casalingo per la Bertram Derthona. I bianconeri si troveranno di fronte la capolista imbattuta Novipiù Casale Monferrato, in un PalaOltrepo’ che si preannuncia esaurito in ogni ordine di posti. L’atmosfera calda contribuirà a rendere ancora più esaltante una partita dai mille significati e che, curiosamente, nei quattro episodi precedenti ha sempre visto vincere la squadra in trasferta. Questo il punto della situazione di coach Pansa: “Giochiamo contro la capolista imbattuta, una squadra che ha un vissuto comune di lunga data che permette loro di esprimere una pallacanestro estremamente solida sui due lati del campo e che arriva al derby con la certezza di sette vittorie consecutive.” Non usa mezzi termini, coach Lorenzo Pansa, nel descrivere le caratteristiche di quella che, ad oggi, è la squadra più forte del girone Ovest: “La Novipiù ti costringe a pensare, cercando di rompere tutte le situazioni offensive, mentre in attacco in questo momento gioca una pallacanestro estremamente fluida, sapendo trovare un protagonista diverso in ogni momento della partita. Noi arriviamo al derby con la rabbia di una sconfitta arrivata negli ultimi minuti e con la voglia di provare a regalarci e a regalare una serata entusiasmante a tutto il nostro pubblico”.

Il condottiero bianconero approfondisce sui prossimi avversari: “Il loro roster è composto da giocatori di grande esperienza e talento per la categoria, da Tomassini a Blizzard, Sanders e Martinoni, fino a Severini che, nonostante la giovane età, ha dimostrato di essere un ottimo giocatore a questo livello. La storia di questa squadra nasce dallo 0-6 e dal 2-10 con cui ha iniziato la passata stagione; in quel momento particolarmente duro sono stati bravi a compattarsi e a costruire il percorso che li porta, a distanza di un anno, ad avere vinto sette partite su sette giocate quest’anno”.

Per Pansa, nativo di Casale e che alla Junior è nato e cresciuto, professionalmente parlando, la partita di domenica avrà un sapore chiaramente particolare: “Casale ha rappresentato l’inizio del mio percorso ed è indubbio che si tratti di una partita particolare. Però il mio ultimo pensiero serale ed il primo della mattina riguardano il Derthona, per cui al momento della palla a due l’unica cosa che avrò in testa sarà quella di provare a battere la capolista”.

Share Button