Share Button

BERTRAM DERTHONA – LEONIS ROMA 82 – 73

(17-14, 30-30, 56-53)

BERTRAM DERTHONA: Meluzzi, Stefanelli, Sorokas 14, Radonjic 15, Divac, Apuzzo ne, Quaglia, Garri 13, Mei 7, Johnson 21, Spanghero 12 All. Pansa.

LEONIS ROMA: Deloach 14, Casale 2, Fanti 7, Poletti 13, Frassinetti 7, Sims 12, Bonessio, Cecchietti, Piazza 13, Brkic 5 All. Bonora.

VOGHERA. Con un grande secondo tempo dalla lunga distanza (66% dall’arco dei tre punti) i Leoni si confermano a punteggio pieno  vincendo per 82 a 73  un test importante contro l’Eurobasket Roma. Fondamentali ancora le rotazioni di coach Lorenzo Pansa. Mvp della gara Johnson (21 punti) seguito  dal montenegrino Radonjic che realizza 15 punti.

I due quintetti si trovano faccia a faccia in quello che è stato definito come il big match della giornata. Sin dai primissimi istanti di gioco l’Eurobasket Roma tenta di aggredire la formazione di coach Pansa con Sims e Deloach che provano a penetrare la difesa bianconera. Tortona ha però dalla sua parte, nelle mani di Sorokas e Johnson, una grande qualità nei tiri da tre. I Leoni, dopo i quattro punti in post basso di Garri e Radonjic, riescono a mettere a segno un parziale 6-0 dai sette metri di distanza. Coach Bonora decide allora di mandare in campo il duo americano che, dopo una breve riposo, sa dare un maggior brio e lucidità sotto canestro, riuscendo a mandare a segno ben sei giocatori nei primi dieci giri di orologio. Il primo quarto si chiude quindi 17 a 14 per il Bertram Derthona dopo il break della Leonis.

Il secondo quarto si apre subito con un botta e risposta tra Deloach e Johnson ma quello che manda in visibilio il pubblico del PalaOltrepo’ è la schiacciata del lituano Sorokas. Il giocatore si conferma in ottima forma sia a livello difensivo che in fase realizzativa costringendo coach Bonora a chiamare il timeout. A quasi tre minuti dal termine però l’Eurobasket torna prepotentemente alla carica. Sims e poi Poletti arrivano quasi ad annullare il distacco che era maturato arrivando sul -1 (28-27) riuscendo poi, a una manciata di secondi dalla sirena, a pareggiare i conti con Piazza rispondendo al momentaneo canestro del capitano Garri sul post. Il primo tempo finisce così sul risultato di 30-30.

Nella ripresa le squadre, nelle prime battute di gioco, continuano a viaggiare punto a punto. Fino a quando, a sei minuti dal termine arriva il primo mini break per Roma. La tripla del numero 10 Frassinetti porta in vantaggio la formazione ospite ma la pronta risposta del montenegrino Radonjic accorcia le distanze (43-44).  Coach Pansa chiama il timeout dopo che Deloach segna quattro punti, l’ultimo dei quali su un pregevole assist di Piazza.  Sorokas, Radonjic e Mei provano con tre triple  a dare una boccata di ossigeno portando i Leoni all’ultimo atto sul 56-53. Mei e Johnson allungano quando possibile, ma Deloach e Sims firmano il controparziale restando a sole due lunghezze. Dopo la tripla di Spanghero e il fallo conquistato da Garri nell’azione seguente il pubblico di casa esplode all’urlo di “Leoni, Leoni” per provare a dare un’ultima scarica di adrenalina. Quando ormai ci si avvicinano le ultime battute di gioco il Derthona inizia ad avere le mani sulla partita. A 1’21” è ancora l’americano Melvin Johnson a siglare la quinta tripla personale andando così sul +9 (80-71). Finisce 82 a 73 e il Derthona porta a casa la terza vittoria consecutiva in regular season.

Lorenzo Pansa: ” Onestamente non siamo stati bravi a gestire per lunga parte la partita. Abbiamo giocato una partita ad un ritmo che sarebbe piaciuto a Roma e che più si compiaceva alle loro qualità. Siamo però stati bravi nel momento decisivo della partita che ci ha permesso di arrivare all’ultimo giro di gioco con un vantaggio rassicurante. Questa è una squadra che si compatta nei momenti difficili e ogni volta c’è un protagonista diverso ed è quello che vogliamo fare”.

Share Button