Share Button

Glenn Miller Cosey è stato straordinario domenica pomeriggio a Roma. La sua prestazione offensiva, con 36 punti e 6 assist per i compagni, ha trascinato il Derthona ad un successo coinvolgente e quanto mai prezioso contro una delle avversarie più in forma del campionato. In settimana abbiamo realizzato un mix delle sui migliori azioni legandolo alla celebre “In the Mood” del famoso Glenn Miller, giocando sull’assonanza tra i nomi dell’artista e del nostro playmaker.

Abbiamo poi scambiato due parole con Glenn sulla sua partita e sul suo “mood” (umore, ndr) romano: “Ero estremamente motivato. Sapevamo che quella di Roma era una partita importante per il nostro cammino in campionato perché affrontavamo una squadra di valore simile al nostro, pertanto ho cercato di essere aggressivo dall’inizio per prendere vantaggio e mantenerlo fino alla fine.”
Come ti trovi in questo ruolo di trascinatore per la squadra?

“Sono contento perché il clima nella squadra è molto buono. Ridiamo spesso, scherziamo, stiamo bene insieme e questo si vede anche sul campo, dove tutti cerchiamo di aiutarci e di fare tutto ciò che serve per vincere le partite, ed anche per questo non mi sento diverso dagli altri miei compagni. Nelle ultime partite siamo riusciti ad alzare l’intensità del nostro gioco, ad essere più duri e più concentrati. Certo, facciamo ancora qualche errore di troppo, ma giocando in questo modo le opportunità di vincere le partite si alzano…”

Si alzano anche quando il “mood” di Glenn Miller Cosey realizza canestri come quello che ha deciso la partita di Roma a 50” alla fine. Un tiro figlio dell’istinto..
“Ho avuto buone sensazioni sin dalla palla a due e ho cercato di prendere i tiri che sentivo di poter segnare, senza forzare. In quel momento ho visto un’esitazione nella difesa e mi è venuto istintivo prendere un tiro a cui Roma non è più riuscita a replicare.”

La tua nottata si è conclusa con il Superbowl…per chi tifavi?

“In realtà, per nessuna delle due squadre. Ero davanti alla televisione da fan del football, come tantissimi altri nel mondo, e sono contento che la partita sia straordinaria. Tom Brady è stato davvero incredibile!”

Share Button