Share Button

DERTHONA        75

TRIESTE               81

ORSI DERTHONA: Spissu 9 (3/3 da 2p, 1/5 da 3p), Gay ne, Markus ne, Tava ne, Reati 8 (1/1, 2/12), Bianchi 1 (0/2 da 3p), Marks 15 (5/7, 1/2), Simoncelli 5 (1/3 da 3p), Garri 19 (5/8, 0/2), Antonietti, Iannilli 4 (2/2), Brooks 14 (3/5, 0/2). All. Demis Cavina

ALMA TRIESTE: Parks 18 (9/17, 0/2), Bossi 8 (1/2, 1/3), Coronica, Nelson 14 (3/6, 1/2), Pecile 12 (1/3, 1/2), Baldasso 5 (1/1, 1/2), Landi 2 (1/1, 0/2), Prandin 13 (2/4, 2/3), Pipitone 4 (1/1), Canavesi 5 (2/3). All. Eugenio Dalmasson

ARBITRI: Masi, Di Toro, Squacci

NOTE. Primo tempo: 39-39. Parziali: 23-13, 16-26, 17-22, 19-20.

Tiri da 3: Tortona 5/28 (18%), Trieste 6/16 (38%). Rimbalzi: Derthona 33 (Garri 8), Trieste 28 (Parks 9). Tiri liberi: Derthona 22/28 (79 %), Trieste 21/26 (81%). Assist: Derthona 8, Trieste 13 (Pecile 4). Falli fatti: Derthona 27 (Brooks uscito per 5 falli), Trieste 27 (Parks uscito per 5 falli). Spettatori: 1000 circa.

 

VOGHERA. Tortona parte forte, ma poi si spegne la luce e Trieste espugna il PalaFerraris 81-75. C’è voglia di vincere (entrambe le squadre si buttano su ogni palla), un flash back temporale (partenza sprint dei Leoni come in gara 1) e diversi dialoghi (coach Dalmasson e Cavina impegnati con gli arbitri). Manca però il colpo di scena finale a favore dei Leoni. Pian piano il PalaFerraris si riempie: il primo anello del palazzetto è pieno. L’altoparlante prima della gara passa «Welcome to the Jungle» dei Gun’s N’ Roses e i Leoni partono forte. Reati segna una bomba al quale segue una penetrazione di Marks e un tap in di Iannilli. Pronti via ed è subito 14-2 per Tortona con un’inchiodata a due mani di Brooks e un canestro più fallo di Marks. Dalmasson rivede gli spettri di gara 1 e chiama time-out a 6’43’’ dal termine del quarto. Trieste continua a capirci poco e Tortona dietro mette anima in difesa: gli ospiti sono fermi ad un canestro dopo i primi 5’. Pecile ci mette una pezza con cinque punti a fila, ma la rottura continua e il primo quarto è tutto per i Leoni: finisce 23-13. Inizia il secondo periodo e arriva il black out. Garri piazza quattro punti di fila, ma dopo diverse palle perse dai bianconeri Cavina chiama time-out con Brooks a due falli in panchina per tutto il periodo. A metà quarto il parziale è ancora di 10 punti (31-21), ma Trieste è un osso duro e si appoggia sull’esplosività di Parks e la sapienza di Pecile. I piemontesi non costruiscono più tiri puliti e i bianco rossi tornano a -5 con Cavina imbestialito. La rimonta è completata e all’intervallo lungo: i Leoni hanno dilapidato il vantaggio (39-39). Dalmasson è costretto a tenere fuori Parks, Brooks in post basso segna quattro punti. Trieste difende forte, ma dopo soli tre minuti concede il bonus. La gara è punto a punto, il PalaFerraris spinge i Leoni che dalla lunga tirano però con il 13% e Trieste prova a scappare. Parks inchioda una stoppata e va a segnare dalla parte opposta: il terzo periodo finisce 61-56 per gli ospiti. Nell’ultimo quarto c’è un timido tentativo di rimonta, ma a 6’ dal termine Trieste conduce 66-63 e manterrà il vantaggio fino a 2’ dalla fine. Simoncelli mette il canestro da tre più importante del match e Marks pareggia. Ma Trieste non molla: Bossi e Nelson scavano l’ultimo solco. La serie è sull’1-1.

Share Button