Share Button

Pall. Varese – Bertram Derthona 68-59
(17-15, 32-25, 56-41)
Varese: Avramovic 5, Pelle 12, Bergamaschi ne, Natali 4, Okoye 13, Tambone 2, Bryan 4, Ferrero 10, Wells ne, Walker 4, Cain 14, Hollis ne. All. Caja
Derthona: Gay ne, Meluzzi 5, Pilati ne, Sorokas 5, Radonjic 3, Divac 3, Apuzzo, Quaglia 11, Garri 3, Mei 4, Johnson 11, Spanghero 14. All. Pansa

Positivo test amichevole per la Bertram Derthona, che non sfigura di fronte alla Pallacanestro Varese. Privi di Stefanelli, ai box per i postumi del colpo subito sabato sera nel corso del Memorial Cima, i Leoni dimostrano intensità ed una continuità difensiva in crescendo rispetto alle precedenti uscite, trovando buone soluzioni alla pressione fisica ed al maggiore atletismo messo in campo da Varese.
L’avvio è bianconero, con Mei e Spanghero a realizzare i punti che valgono il 4-7 dell’intervallo. Caja alza la pressione difensiva e con Ferrero (7) e Pelle (6, tra cui la schiacciata sulla sirena del 10’) stampa il sorpasso che vale il 17-15 al 10’.
Varese accelera in avvio di secondo quarto, trascinata da Okoye (5) e Cain (4), per il massimo vantaggio sul 30-17; il Derthona reagisce con l’ex di turno Johnson, che stampa 8 punti consecutivi che valgono il 32-25 dell’intervallo lungo.
La OpenjobMetis apre il terzo periodo esattamente come aveva fatto nel secondo, allungando con un parziale di 9-0 prima che Spanghero, da tre punti, metta a segno il primo canestro dal campo del secondo tempo bianconero (45-28 al 25’). Il Derthona prende coraggio e, dopo avere virato la boa del 30’ sul 56-41, accorcia fino alla singola cifra di svantaggio in avvio di quarto periodo grazie alla personalità di Meluzzi (5 punti ed un recupero difensivo) ed ai canestri di Quaglia (5 nel quarto), fino al 68-59 finale.

Il prossimo impegno bianconero è previsto per sabato pomeriggio a Borgosesia contro Pall. Biella: la palla a due è prevista alle ore 18.00.

Così coach Lorenzo Pansa: “Abbiamo spalmato qualità offensiva per più minuti rispetto all’incontro con Casale Monferrato, ed ogni volta in cui siamo stati fluidi nelle nostre esecuzioni siamo riusciti a creare tiri aperti. Difensivamente abbiamo disputato una gara estremamente caparbia, che ci ha consentito di ricucire subito lo strappo di inizio secondo e di inizio terzo quarto, rientrando a stretto contatto con i nostri avversari”.

 

 

Share Button