Share Button

BERTRAM DERTHONA: Meluzzi 3, Stefanelli 9, Sorokas 17, Radonjic 0, Divac 0, Apuzzo 0, Quaglia 0, Garri 8, Mei 6, Johnson 13, Spanghero 24.

METEXTRA REGGIO CALABRIA: Pacher 14, Passera 7, Tflaj ne, Caroti 0, Fabi 5, Baldassarre 1, Rossato 4, Agbogan 0, Benvenuti 15, Marino ne, Roberts 26.

 

Il PalaOltrepo’ ritrova i suoi Leoni in una stagione targata dai tanti cambiamenti, a partire dal nuovo main sponsor Bertram Yacht. Tanti sono accorsi alla prima messa in scena della nuova stagione. La curiosità è tanta. Il pubblico questa sera ha potuto vedere trionfare i Leoni nella loro prima uscita della stagione appena iniziata per 80-72.

Sin dai primissimi minuti le due squadre viaggiano punto a punto con i bianconeri trascinati dal trio Spanghero-Johnson-Garri. I due quintetti, nell’arco dei 10 giri di orologio, mostrano una buona solidità difensiva impedendo più volte a Sorokas e, dall’altra parte della metacampo, a Roberts di trovare la propria gioia personale. Ne è complice anche un po’ di timidezza per il nuovo palcoscenico. Il secondo periodo si apre sul punteggio di 17 a 13 per i padroni di casa. I Leoni viaggiano sugli scudi. In tre minuti di gioco non lasciano respirare il quintetto di coach Calvani concedendogli solamente un punto. A quasi cinque minuti dal termine del primo tempo il Derthona acquista il suo momentaneo massimo vantaggio con Mei e Meluzzi che, nell’arco di due minuti, realizzano tre canestri dall’arco dei sette metri. Sul finale c’è ancora spazio per la tripla di Spanghero che manda così negli spogliatoi le due squadre con il tabellone che segna 37 a 28.  Al rientro sul parquet la Viola prova a rimettersi in gioco ma i Leoni riescono a mantenere la doppia cifra di vantaggio grazie al lituano Sorokas, molto ispirato, e alle rotazioni messe in atto da coach Pansa. Si va così all’ultimo atto sul punteggio di 58-40. Nel quarto quarto gli uomini di coach Calvani mettono in campo tutto l’orgoglio. A quasi sei  giri di orologio dal termine riducono il passivo di dodici punti grazie al duo made in USA Pacher e Roberts. Quello che sembrava poter essere un dolce finale si rivendica in un finale al cardiopalma. Il Bertram Derthona a poco più di cinque minuti dal termine si trova ad avere già cinque falli, con la Viola che incomincia a mettere pesantemente il fiato sul collo. Roberts e Baldassarre arrivano a rimontare la gara. La squadra prova ad affidarsi a Johnson ma il numero 23 Roberts non sbaglia più un colpo mandando la Viola per la prima volta in vantaggio. A poco più di un minuto dal termine il tabellone segna 64-66. Si combatte solo su tiri liberi ma i quaranta minuti non bastano; si deve andare all’overtime. La difesa dei loro uomini perde di marcatura Sorokas riportando l’inerzia per i bianconeri. Spanghero rifinisce con sei punti e Johnson la chiude con l’ultima tripla della gara dei Leoni. Bertram Derthona vince così la prima palla a due della stagione appena iniziata per 80-72 contro la Viola Reggio Calabria.

Coach Pansa: “Abbiamo giocato tre quarti come meglio non potevamo sperare. Dobbiamo tenere presente che Reggio Calabria è un brutto cliente in questo punto della stagione e l’ultimo quarto ne è stata una dimostrazione. Siamo riusciti a tenere una grande qualità e una buona solidità a rimbalzo per trenta minuti. Nell’ultimo quarto siamo andati fuori controllo facendo fatica su quest’ultimo dettaglio. Abbiamo avuto però una grande reazione nel supplementare riuscendo a scegliere due situazioni offensive che ci hanno dato serenità. Siamo un cantiere estremamente aperto e su questo blackout ci stiamo lavorando. Alla Viola va il merito di aver espresso in quei dieci minuti tutto il loro miglior gioco”.

Share Button