Share Button

(36-15, 12-25, 13-24, 24-17)

Bakery Piacenza: Galli 5 (1/5, 0/3), Rombaldoni 10 (3/6, 0/1), Stefanini 6 (3/4), Sorokas 25 (7/13, 0/2), Gasparin 12 (2/3, 1/4), Rossetti 9 (3/4 da tre), Mazzocchi, Infante 18 (7/9) N.E.: Ziotti, Di Giorgio
Tiri Liberi: 27/36 – Rimbalzi: 44 33+11 (Sorokas 19) – Assist: 12 (Rombaldoni 7)

Orsi Tortona: Rotondo 11 (4/11, 0/1), Gioria, Venuto 0 (0/4 da tre), Simoncelli 12 (3/6, 2/6), Losi 18 (2/6, 1/2), Crockett 10 (5/9, 0/1), Valenti 5 (1/3), Tavernari 8 (1/2, 2/5), Galloway 17 (5/11, 2/5) N.E.: Strotz
Tiri Liberi: 18/25 – Rimbalzi: 32 19+13 (Crockett 8) – Assist: 11 (Losi 5) – Cinque Falli: Rotondo, Venuto

28 Marzo 2015, ore 21.00

Che non fosse una partita come tutte le altre era prevedibile. Il desiderio di rivalsa del Piacenza sul Derthona era evidente dopo la sconfitta degli emiliani nelle finali della stagione regolare della passata stagione e soprattutto dopo il 20-0 a tavolino subito dopo aver vinto al Palaoltrepò all’andata. Se poi aggiungiamo la fine dell’avventura negativa dei due super stranieri Zizic e Becirovic oltre alla disperata sete di punti di Rombaldoni & c., il gioco è fatto. E così sabato sera a Piacenza è stata gara in salita per i bianconeri che sin dall’inizio sono stati letteralmente assaliti dall’impeto dei padroni di casa.

Dopo 5 minuti di gara il parziale è addirittura di 23-4 per la squadra di casa e il Derthona sembra ben lontano da trovare la giusta reazione. Piacenza vive una giornata di grazia con in evidenza Sorokas (doppia doppia finale con 25 punti e 19 rimbalzi) ed il pivot Infante a dominare sotto i tabelloni avendo la meglio sul rivale Rotondo. Le distanze si allungano ed il vantaggio dei locali arriva al 8’ sul 31-8 con il folto pubblico tortonese incredulo in tribuna. Una timida reazione degli ospiti sembra pervenire nel finale con qualche fallo e i conseguenti liberi guadagnati da Valenti e Losi ma lo scarto resta alto ed il quarto è chiuso sotto di 21 punti (36-15).

Nella seconda frazione continua il dominio piacentino che arriva dopo 4 minuti al massimo vantaggio sul 43-19, ma da lì in poi finalmente c’è la reazione del Derthona che, affidandosi all’asse Simoncelli-Rotondo sembra invertire l’inerzia della partita. Il press dei bianconeri mette in difficoltà Piacenza che sembra accusare la stanchezza, viste le limitate rotazioni, e i ragazzi di Cavina che rimontano piano piano il notevole svantaggio accumulato. All’intervallo si va con il vantaggio della Bakery 48-40 è la gara sembra riaprirsi.

IMG_2097

Dopo la pausa riparte fortissimo il Derthona che, dopo un paio minuti soli, agguanta il pareggio con Galloway. Si procede con botta e risposta da ambo le parti, con Piacenza che tira molti liberi visti i molti falli commessi dagli ospiti e i nostri che si affidano alla buona vena di Losi (18 punti e 5 assist alla fine) che porta i leoni in vantaggio di 3 punti a chiusura del terzo quarto sul 61-64.

L’ultima frazione inizia con una serie di errori su entrambi i fronti forse anche complice la stanchezza. Poi Rombaldoni sistema il gioco dei locali ed in coppia con Gasparin riporta avanti Piacenza di misura, mentre i bianconeri perdono la spinta del quarto precedente e tornano nel limbo di inizio gara.

A 5 minuti dalla fine è ancora Infante ha riprendere in mano le sorti dell’incontro chiudendo nel migliore dei modi il suo tabellino con 18 punti e 7 rimbalzi. I giochi sono fatti e le bombe nel finale, prima di Tavernari e poi di Galloway, arrivano troppo tardi per attendere il miracolo. Finisce 85-81 per Piacenza che spera ancora nella salvezza, mentre il Derthona perde due punti d’oro per il sogno playoff.

Share Button